Cosa vedere a Firenze: scopri le tradizioni gastronomiche

La bottega di Bambi al piano terra del Mercato Centrale di Firenze

Firenze, una città d’arte e un mercato da scoprire

Firenze è una città piena di opere d’arte, di monumenti e di musei, e chi siamo noi di Bambi Trippa e Lampredotto per non darti qualche consiglio su cosa visitare?

Allacciate le cinture che vi portiamo a fare un giro per le vie di una delle città più belle del mondo, ovviamente Firenze!

lampredotto fotografato davanti al Duomo di Firenze e in Via della Repubblica

Ponte Vecchio, riflessi sull’acqua a Firenze

Iniziamo il nostro giro per Firenze partendo da Ponte Vecchio uno dei più belli e famosi del mondo che porta con sé una storia piena di avvenimenti. Venne costruito nel 1345, poi dopo duecentovent’anni Cosimo I decise di costruirci sopra il Corridoio Vasariano ovvero un percorso pedonale segreto che consentiva di passare da Palazzo Vecchio a Palazzo Pitti senza dover incontrare il popolo. Inizialmente vi erano delle botteghe che emanavano un cattivo odore così, per ovviare a questo problema, vennero sostituite da artigiani e orafi. Nonostante questa piccola premessa storica Ponte Vecchio rappresenta una delle cartoline più belle di Firenze che dona un’aria romantica a tutta la zona.

La Galleria degli Uffizi: capolavori senza tempo

Procedendo col tour di Firenze ci fermiamo alla Galleria degli Uffizi , uno dei musei più visitati al mondo dove è possibile ammirare opere d’arte di Leonardo , Botticelli, Tiziano, Caravaggio e infiniti altri artisti di fama eterna. Venne costruito inizialmente nel 1560 anche se vi furono successivamente delle modifiche. Il nome di questa galleria deriva dal fatto che originariamente erano gli uffici amministrativi e giudiziari di Firenze. Solo nel 1769 divenne luogo dove poter ammirare delle spettacolari opere d’arte.

Piazza Duomo: la magia di Santa Maria del Fiore

Impossibile poi non fermarsi in Piazza Duomo : qui potrai ammirare la Cupola del Brunelleschi, il Campanile di Giotto, il Battistero di San Giovanni e la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, che rendono l’intera piazza un museo a cielo aperto; da ogni prospettiva è qualcosa di strepitoso.

Potremmo continuare il nostro viaggio ancora a lungo, concedendovi cartoline per almeno 20 giorni. Però crediamo che, da buona famiglia di trippai, sia giusto portarvi dentro una delle attrazioni più visitate di Firenze, ovvero il Mercato Centrale di Firenze .

Mercato Centrale di Firenze: tra cibo e storia

Questo luogo, progettato da Giuseppe Mengoni, lo stesso architetto della Galleria Vittorio Emanuele II di Milano, è situato nel quartiere di San Lorenzo. La struttura ospita tante storiche botteghe che ogni giorno attirano tanti fiorentini ma anche tanti turisti curiosi di visitare un pezzo di quotidianità fiorentina.

All’interno del Mercato Centrale di Firenze si trova anche la bottega di Bambi Trippa e Lampredotto , attività storica che da tanti anni propone per i suoi clienti i piatti della tradizione culinaria fiorentina. Da Bambi puoi trovare ovviamente i suoi piatti più famosi, il panino al lampredotto e il panino con la trippa , oltre ovviamente a tante altre specialità legate alla cucina toscana e alle ricette della famiglia Bambi che vengono tramandate da 130 anni: parliamo del peposo, del bollito mitologico, dello stracotto di guancia, i crostini con la lingua, la terrina di fegatini, i nervetti, la poppa e tante altre bontà ricavate dal quinto quarto dell’animale.

Ecco dunque che durante un viaggio a Firenze non potete certo prescindere da una visita al Mercato Centrale: sarà il posto perfetto per gustare la tipica cucina fiorentina di Bambi dopo aver visitato musei e dopo aver ammirato alcune delle opere d’arte più famose del mondo.

lampredotto nelle strade di Firenze